2005 – Marcella Vanzo – Ama

La visione è un frammento in movimento, il ponte che collega lo spettatore all’azione.Lo sguardo è un ponte. Sono arrivata ad Ama e la visione ha preso corpo: una trama fitta, veloce, fibre naturali e carnali intrecciate, terra, erba, maternità, il corpo come un prato. Una corsa dal prato al corpo. Tra madre e figlia le azioni sono intagliate una nell’altra si tratta di una scultura in profondità di una visione al microscopio un gesto che emerge e riemerge all’infinitum ed è il gesto della generazione quello che ricollega l’uomo – la donna – alla natura.