2008 – Cristina Iglesias – Towards the ground

“La vasca della fontana della Iglesias si riempie d’acqua silenziosamente e lentamente, ciclicamente. Nello spazio di poco più di un’ora, il livello dell’acqua sale fino al bordo della vasca, al livello del suolo, vi rimane qualche minuto per poi ricominciare a scendere, e la vasca a vuotarsi. Iglesias inoltre cancella con naturalezza i confini tra la rigidità dell’installazione e la labilità dell’intervento, ciò che Umberto Eco descrive nel concetto di opera aperta, dove l’osservatore riceve una funzione attiva, quella di completare l’opera attraverso la ricezione.”

Florian Matzner