Castello di ama

IL Chiuso

Toscana IGT

2016

Con la vendemmia del 2009 nasce Il Chiuso. Il Pinot Nero fu impiantato nel 1984 sulle pendici della vallata San Lorenzo per una superficie complessiva di 4,15 ettari, con cloni provenienti dalla Borgogna (111-114-115). La forma di allevamento a Lira Aperta ed il terreno ad alta percentuale calcarea di alberese e galestro permettono a questa varietà di raggiungere la perfetta maturazione.

Vinificazione ed affinamento

Le uve di Pinot Nero sono state raccolte il 29 ed il 30 agosto mentre quelle di Sangiovese il 2 e 3 ottobre. Dopo una accurata selezione le uve, pigiate e diraspate, sono state vinificate separatamente. La fermentazione alcolica, ad opera di lieviti indigeni, e avvenuta in vasche d’acciaio a temperatura controllata. Durante la fermentazione si sono effettuati numerosi rimontaggi e Ia macerazione si e protratta per circa 2-3 settimane. Al termine della fermentazione malolattica in barriques usate, il vino e stato assemblato per poi ritornare in barriques per ulteriori 6 mesi di affinamento. L’imbottigliamento, effettuato a giugno 2013. L’ uvaggio di cui è composto questo vino è 50% Sangiovese e 50% Pinot Nero.

Clima ed annata

Nel mese di Febbraio c’e stata una abbondante nevicata. Poi le temperature hanno iniziato ad innalzarsi e un Marzo straordinariamente temperato hanno dato una pericolosa accelerata alia ripresa vegetativa. Aprile cosl come l’inizio di Maggio hanno proseguito con notevoli piogge e temperature moderatamente basse. Questo altalenare delle temperature ha provocato notevoli disformita nei diversi vigneti. L’estate e arrivata con caldo estremo e assenza di precipitazioni. Le prime campionature denotano un rallentamento nella maturazione evidenziando soprattutto una dimensione degli acini straordinariamente piccoli. Da settembre si e avuto un notevole colo delle temperature al
di sotto delle medie di stagione.

Note di degustazione

II colore e rosso intenso. Gli aromi primari con le note tipiche delle due varieta (fragola, ciliegia, mirtilli, violetta, etc.) si complessano con il passare del tempo. In bocca l’attacco e fresco, armonico e dotato di complessità.