Castello di ama

Riserva

Chianti Classico Riserva DOCG

2009

I 65.38 ettari di vigneto specializzato iscritti all’Albo D.O.C.G. Chianti Classico sono situati ad una altitudine compresa tra i 390 ed i 530 metri s.l.m. su terreni argillo – calcarei molto ricchi di scheletro. Gli impianti, effettuati in parte tra il 1974 ed il 1978, hanno una densità media di 3.000 piante / ha, mentre dal 1996 sono iniziati i reimpianti delle parcelle obsolete che proseguono tutt’oggi ad una densità di 5.300 piante/ha. I sistemi di allevamento sono la spalliera verticale, la Lira Aperta con taglio Guyot e il Cordone Speronato. Le varietà, innestate su 420 A sono: 80% Sangiovese e 20% Malvasia Nera, Merlot e Cabernet Franc.

Vinificazione

Tra il 29 settembre e d il 12 ottobre, sono stati raccolti manualmente in piccole cassette da 12 kg di capacità, circa 2.000 q.li di uve. Dopo un passaggio sul tavolo di scelta, le uve, pigiate e diraspate, sono passate a fermentare, varietà per varietà, in vasche di acciaio a una temperatura intorno ai
30 – 32 gradi. Durante la fermentazione, il mosto è stato rimontato più volte al giorno e la macerazione si è protratta per circa 21 – 23 giorn
i. Dopo la svinatura i 1.400 Hl di vino hanno effettuato la fermentazione malolattica. Dopo l’assemblaggio, il vino è passato interamente in barriques, il 20% di primo passaggio e il resto usate, dove è rimasto in affinamento per circa 12 mesi. Con l’imbottigliamento si sono ottenute: 22.900 mezze bordolesi 165.385 bordolesi 3.000 magnum 300 doppie magnum.

Clima

Nei primi quattro mesi sono da sottolineare la notevole quantità di pioggia caduta: 317 mm. Il germogliamento delle prime viti è avvenuto in tempi regolari. I successivi mesi estivi sono stati caratterizzati da una notevole scarsità di piogge e da alte temperature. Soltanto a Settembre ha ricominciato a cadere un po’ d’acqua, circa 50 mm nel mese, che si è senza dubbio dimostrata provvidenziale per l’andamento della maturazione di tutte le varietà. La raccolta per le varietà precoci è iniziata all’inizio di settembre ed è proseguita a metà mese con il Merlot, per iniziare a fine mese con le varietà tradizionali.

Note di degustazione

Rosso vivace, lucente e intenso. Bouquet di piccoli frutti di bosco a bacca rossa. Attacco brillante dove le note fruttate sono integrate da aromi speziati. Elegante e raffinato.