Castello di ama

AL Poggio

Chardonnay di Toscana IGT

2015

Le varietà a bacca bianca tradizionalmente coltivate nel Chianti Classico (Trebbiano Toscano e Malvasia Lunga del Chianti) trovano la loro miglior espressione enologica nel Vinsanto ma il terreno fortemente calcareo e l’altitudine delle pendici di Ama offrono maggiori possibilità per la produzione di un grande vino bianco. Nel 1978, nel Vigneto Bellavista fu impiantata una parcella a Pinot Grigio per 1,44 ha e successivamente nel biennio 1982-83 furono reinnestate altre parcelle con cloni di Chardonnay provenienti dalla Borgogna. Inoltre, nel 1984, nella zona denominata Al Poggio, decidemmo di ampliare la superficie destinata a questa varietà con l’impianto di altri 4 ettari ed al fine di ottenere un vino di grande struttura scegliemmo la forma di allevamento a Lira Aperta. La prima annata prodotta è stata il 1988. Dal 2008, abbiamo iniziato il reimpianto delle parcelle obsolete ed attualmente l’azienda dispone di 2.1 ha a Pinot Grigio e 5.5 ha a Chardonnay.

Vinificazione ed affinamento

Dopo avere pressato le uve delicatamente, il mosto è stato refrigerato e fermentato per un 60% in vasche d’acciaio mentre il rimanente è passato in barriques. Il 25% delle uve destinate a fermentare in legno è stata macerata sulle bucce per un tempo di circa 12 ore. Le barriques (Allier, Troncais) erano per 50% nuove e per il 50% di un anno. La parte vinificata in barriques ha effettuato la fermentazione malolattica. La permanenza in legno “sur lies” totali si è protratta circa 8 mesi praticando regolarmente il batonnage ogni 7 giorni. Questo vino è stato imbottigliato nel mese di Marzo 2016, producendo 22.200 bordolesi.

Clima ed annata

L’estate è iniziata in ritardo e la prima invaiatura è avvenuta ad inizio Agosto. Belle giornate di sole e caldo estivo fino a metà settembre, quando la temperatura si è di nuovo abbassata, in particolare la notte, inducendo a ritardare la vendemmia che è avvenuta tra 23 Settembre ed il 6 Ottobre 2015.
La data di raccolta è stata stabilita dopo numerose campionature analizzate organoletticamente in vigna e in laboratorio. La raccolta è avvenuta in modo rigorosamente manuale, in cassette da 10/12 kg che sono poi passate su un tavolo di scelta per ulteriore selezione.

Note di degustazione

Colore oro brillante, limpido. Profumo floreale con richiami di fiori bianchi tipicamente estivi. Fruttato che richiama la frutta estiva come l’albicocca, e una nota mandorlata abbastanza importante. Gusto attacco deciso, con una eccellente apertura minerale e fresca. Ottima la persistenza e la lunghezza.